Grazie ad una latinense, «precari supplenti» fino a 70 anni

Da Il Tempo (edizione di Latina) del 29 aprile 2009

Il caso. Una sentenza del Tar ha favorito i docenti non di ruolo. Il ricorso presentato da una maestra

scuola-precari-supplente-filippo-riccaÈ grazie ad un’insegnante di Latina, che i precari potranno accettare supplenze fino al compimento dei 70 anni. Nel 2006 è stato presentato un apposito ricorso dalla 65enne L.C. contro il Ministero della Pubblica Istruzione e l’Ufficio scolastico regionale per il Lazio. I docenti italiani si avvicinano così alla collocazione posticipata del pensionamento concessa da tempo a magistrati e professori universitari ordinari. Continua a leggere

Annunci

Stop al regolamento graduatorie

Da ItaliaOggi del 31 marzo 2009

graduatorieIl decreto sulla riapertura delle graduatorie a esaurimento slitta di una settimana. Il ministero dell’istruzione, secondo quanto è in grado di anticipare ItaliaOggi, è stato costretto a rimandare l’emanazione del provvedimento per verificare gli effetti di 2 ordinanze del Consiglio di stato. Continua a leggere

Graduatorie ad esaurimento docenti: la prossima settimana il decreto

Fonte: FLC-Cgil

graduatorieNella giornata di oggi 3 marzo 2009, si è tenuto un incontro al Miur, nel quale è stata presentata alle organizzazioni sindacali la bozza del decreto per l’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento.

Il decreto dovrebbe essere pubblicato il 10 o l’11 marzo e saranno disponibili 30 giorni per la presentazione delle domande. Continua a leggere

Domande graduatorie ad esaurimento docenti

Da La Tecnica della Scuola

Entro il 13 marzo il decreto ministeriale per la riapertura delle graduatorie ad esaurimento

Il 3 marzo 2009, nell’incontro tenuto al Miur, è stata presentata alle OO.SS. la bozza del decreto per l’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento del personale docente. Continua a leggere

Insegnanti a costo zero per le scuole parificate

Da Unimagazine.it

senzaporta

Nel meridione, chi vuole intraprendere la carriera da insegnante, pur di ottenere punteggio e salire nella graduatoria provinciale, lavora gratis nelle scuole parificate

A quante sognavano di diventare “maestrine dalla penna rossa” e, invece, si trovano adesso a fare tutt’altro, meglio così. Hanno, infatti, evitato di affrontare una lunga carriera – fatta di lavoro senza stipendio- per ottenere il posto fisso nella scuola pubblica. Una situazione, purtroppo, presente in tutta Italia ma che, specialmente al Sud, è catastrofica. Continua a leggere