Regolamento poco costituzionale

Da ItaliaOggi del 3 marzo 2009

vox_populiL’Istruzione ha comportamenti ai limiti dell’incostituzionalità. Continua a leggere

Annunci

Bambini toscani, tutti all’asilo nido

Da Il Corriere di Prato del 10 marzo 2009

Finanziato 1 milione di euro per le aree meno popolate. Simoncini: “Le stesse opportunità ad ognuno di loro”
E’ la prima regione italiana per tasso di accoglienza dei piccoli da 0 a 3 anni

FIRENZE – Con una percentuale pari al 29,8%, la Toscana sale sul podio come la prima regione italiana per tasso di accoglienza dei bambini da o a 3 anni in asili nido e altri servizi per l’infanzia. Seconda in classifica, l’Emilia Romagna (con il 27%), seguita, anche se a una certa distanza, dall’Umbria (con il 21,8%) e dal Piemonte (con il 20,19%). La media italiana è del 13,8%, ma ci sono regioni dove i bambini che trovano posto al nido sono meno del 2 per cento. Continua a leggere

Professori jolly e precari a casa

Da ItaliaOggi del 23 dicembre 2008

vauro_protettoriI docenti di ruolo potranno fare fino a 24 ore di straordinario la settimana. Meno contratti a tempo determinato per le supplenze brevi.

In tempi di crisi, rinunciare a un po’ di ore di straordinario in più non sarà semplice. E così è facile prevedere che in tanti accetteranno l’offerta del preside: sostituire il collega assente per qualche giorno.
Fino a un massimo, per le sostituzioni su spezzoni di 6 ore, di 24 ore di straordinario settimanali.
Il regolamento che riorganizza la rete scolastica, approvato la scorsa settimana dal consiglio dei ministri, spinge infatti sull’acceleratore dell’utilizzo massiccio di quanti hanno già un contratto a tempo indeterminato, a discapito di nuovi contratti di supplenza (si vedano le anticipazioni di ItaliaOggi di giovedì scorso).
Un freno, quello messo al ricorso ai precari, ben visto dall’Economia, che punta in questo modo anche a scoraggiare il fenomeno dei contratti brevi.
Continua a leggere