Ecosostenibilità nella aule l’esempio di Prato fa scuola

Da L’Unità del 24 marzo 2009

50 posizioni in tre anni guadagnate dalle scuole fiorentine
nella classifica di Legambiente
Premiate da Slow Food le mense degli istituti livornesi che offrono pasti biologici

Ecosistema scuola premia la Toscana sul fronte dell’ecoefficienza e sicurezza degli edifìci scolastici. Raccolta differenziata al 99% e risparmio energetico al 74, ma una scuola su quattro risale a prima del 1974.

Scuole toscane ai primi posti per ecosostenibilità e sicurezza. Medaglia d’oro a Prato, Livorno sesta e Firenze ottava, ma prima fra i capoluoghi di provincia. Sono i risultati del dossier di Legambiente Ecosistema scuola, «l’unica indagine sullo stato degli edifìci scolastici in Italia, in assenza di un’anagrafe nazionale», sottolinea la responsabile scuola dell’associazione Vanessa Palucchi.

I DATI
Livelli record di raccolta differenziata (99,56% per la carta) e ottimo cibo nelle mense (totalmente biologico nel 25% dei casi), buono l’utilizzo di illuminazione a basso consumo (74,38%), ma fermo all’I 1% quello di rinnovabili. L’amianto è ancora presente nel 2,52% delle scuole toscane. Va peggio sul fronte delle attrezzature sportive (una scuola su due è senza palestra) e della manutenzione: un edificio su quattro risale a prima del 1974 e uno su tre necessita di interventi urgenti. «Tali ristrutturazioni – suggerisce Palucchi – potrebbero rappresentare un volano occupazionale in questo momento di crisi».

LE BUONE PRATICHE
Sui tetti di 27 scuole pratesi sono stati installati impianti fotovoltaici, nel corso di un progetto che costato circa 4 milioni in due anni. Altre utilizzano energia geotermica, sono “cappottate” con pannelli coibentati che evitano la dispersione del calore e hanno sistemi di recupero delle acque piovane per l’impianto antincendio.
Nella scuola Marconi di Firenze l’impianto di illuminazione si regola in base alla luce solare. Nelle mense viene servita acqua in brocca, invece che nelle bottiglie di plastica. La raccolta differenziata è stata incentivata con sconti sulla Tia e progetti educativi in tutti gli asili. «Queste pratiche – commenta l’assessore all’istruzione Daniela Lastri – hanno permesso alle scuole fiorentine di avanzare di 50 posizioni in tre anni nella classifica di legambiente e allo stesso tempo di educare i bambini al rispetto dell’ambiente».

di Silvia Casagrande

Annunci

Una Risposta

  1. […] Ecosostenibilità nella aule l’esempio di Prato fa scuola […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: