Religione alla scuola materna vs tempo pieno: quando le richieste dei genitori contano e quando no

Da Polis-Blog.it

taglioscuolaQualche giorno fa vi abbiamo riferito della decisione della giunta di centrodestra di Milano di assumere 46 nuovi insegnanti di religione per la scuola dell’infanzia (3-5 anni), in assoluta controtendenza rispetto al dichiarato intento della Riforma Gelmini di ridurre il numero degli insegnanti, considerati in sovrannumero rispetto alle esigenze della scuola italiana.
A fronte delle critiche di sinistra e CGIL non ha tardato ad arrivare la risposta dell’assessore all’Educazione Mariolina Moioli: “le richieste delle famiglie sono aumentate quindi noi abbiamo dovuto assumere le nuove maestre per garantire questo diritto, sancito dal concordato fra Stato e Chiesa“
Una spiegazione semplice e lineare. Peccato che quando le richieste dei genitori riguardano servizi diversi dall’inserimento di un nuovo insegnante nominato dalla Curia, non vengano altrettanto ascoltate. Non si spiegherebbe altrimenti perché, a Roma, decine di genitori siano costretti a passare la nottata all’addiaccio per assicurare ai propri figli un posto nell’unica classe a tempo pieno della scuola.
I politici, si sa, sono maestri nel confondere le carte e nel far passare una cosa per un’altra. Può accadere così che un assessore spacci per democratica risposta alle legittime esigenze dei cittadini quello che è – inequivocabilmente – più che altro il risultato di pressioni delle gerarchie ecclesiastiche. Prova ne é il fatto che le richieste dei genitori, quando non sono sostenute anche dal Concordato con la Santa Sede, vengono raramente prese in seria considerazione.
Per questo motivo, è molto probabile che verranno ignorati anche gli interventi di decine di genitori milanesi, comparsi sul web in questi giorni, che esprimono il loro sdegno verso la politica di allocazione delle risorse educative del loro Comune.

Annunci

Una Risposta

  1. Dalla mailing-list di Retescuole mi arriva :
    (mi limito a fare copia incolla, se riterrete opportuno pensate voi ad una qualche sintesi, grazie)

    La Chiesa sta allungando sempre più pesantemente i suoi tentacoli:
    testamento biologico, inseminazione artificiale, ricerca sulle staminali, lavaggio del cervello dalla più tenera età (solo per ora non obbligatorio)…ragazzi miei siamo sempre più vicini ad un totalitarismo teocratico appoggiato dallo stato. E poi stiamo qui a disquisire sui talebani, gli estremismi islamici…ma “mi faccia il
    piacere” come diceva il grande Totò…
    Mi viene da vomitare!

    — In retescuole@yahoogroups.com, “Jole Garuti” ha
    scritto:
    >
    > Ieri sera a Palazzo Marino nella prestigiosa Sala Alessi è stata presentata la Consulta Milanese per la laicità delle Istituzioni.
    Moltissimo pubblico, toni pacati ma ben determinati a difendere i diritti e la libertà dei cittadini in ogni momento della loro vita.
    > Oggi è arrivata la lettera che potete leggere sotto e che dimostra meglio di ogni altra cosa la necessità di ripristinare la laicità del nostro Stato.
    > Per i milanesi: la Curia ha ottenuto dal Comune 46 insegnanti di religione cattolica per le scuole materne, scelti dalla Curia ma pagati naturalmente dallo Stato e quindi dai cittadini.
    > Jole Garuti
    >
    > Ecco la lettera della Diocesi di Milano agli studenti per invitarli a iscriversi all’IRC.
    > (Notate il tono mellifluo e le varie inesattezze, come quella che nell’ora di Religione Cattolica si imparerebbe a conoscere anche altre religioni!)
    >
    >
    > PER TE CHE VIENI DA UN PAESE STRANIERO
    >
    >
    >
    > CIAO! Benvenuta, benvenuto in Italia e nella nostra scuola italiana,
    >
    > Forse sei un po’ a disagio in Italia, non conosci le
    persone, la lingua o non capisci alcuni atteggiamenti o modi di vivere, ma vedrai che ti troverai bene. Noi italiani, si dice, siamo brava gente,come tutti abbiamo i nostri difetti.Ci piacerebbe che tu ti sentissi a casa. Ora questa è la tua casa. Per stare bene è bello
    conoscere le persone , la loro storia , la loro cultura , le tradizioni , la religione. L’Italia è un Paese che ha una storia che viene da lontano. Stando qui la imparerai anche tu, come quando noi andiamo al tuo Paese. La nostra storia è stata profondamente
    segnata, da quasi 2000 anni, dalla religione cristiana cattolica: ti basti pensare alle molte chiese che vedi dappertutto, a monumenti come il Duomo di Milano o S. Pietro a Roma, ai quadri di artisti famosi con scene della Bibbia, della vita di Gesù e di sua madre
    Maria, di Santi come Francesco d’Assisi o Giovanni Bosco o padre Pio; se leggi qualche giornale o accendi la TV senti spesso parlare o discutere di Papa, Vescovi, preti, di incontri religiosi per
    ragazzi o di quelli con capi di altre Religioni o di altre Chiese cristiane. Sì, perché anche in Italia non ci sono solo i cristiani cattolici, ma cristiani di altre onfessioni: ortodossi, luterani, valdesi, evangelici. Ci sono anche persone che seguono altre religioni: ebrei, musulmani, buddisti, hindù, e così via, ognuno con
    la sua storia e i suoi testi sacri, le sue tradizioni e le sue feste. Nella scuola italiana c’è una disciplina, un sapere scolastico, chiamato “Insegnamento della religione cattolica” (o IRC): esso può aiutarti proprio a conoscere soprattutto questa religione, la Bibbia, il pensiero e la storia della Chiesa, ma anche
    altre religioni. Se tu ritieni giusto e utile parteciparvi lo puoi fare e sarai ben accolto. Non sei obbligato, tanto meno a diventare cristiano! Si tratta infatti di un corso che vuol arricchire le tue conoscenze e portarti a comprendere sempre meglio la tua religione
    personale e quella del Paese che ti accoglie. Questo corso può aiutarti anche ad affrontare tanti problemi tuoi e del mondo: il mistero della vita e la morte, guerra e pace, amicizia e amore, razzismo e tolleranza, persona e comunità, libertà e leggi.Sono
    certo che tante volte ti sarai chiesto: ” Da dove vengo io e gli altri? Perché sono nato? Come sarà il mio futuro? Come mai alcune persone cercano il dialogo e l’incontro e altre vogliono la divisione e la discordia? Perché ci sono delle persone buone e altre egoiste ? Che senso ha la mia vita? Che posto avrò nel modo? Che io ci sia o non ci sia, cambia il futuro ell’umanità? Quanto vale una persona? Quanto valgo io ? “. Queste sono domande che tutti si pongono, se trovi la isposta a queste domande la tua vita diventa una vita bella, buona e piena di serenità. Con l’Insegnante di
    Religione puoi discutere dei problemi che riguardano la tua crescita e scoprire che proprio tutta la cultura e quindi anche quella religiosa , è un valido aiuto per cercare le risposta alle necessità della vita quotidiana. Anche quando non hai voglia di studiare è bello sapere che tutti i professori e quindi anche quello di
    Religione sono lì per aiutarti. Di tutto ciò puoi parlare con i tuoi genitori, con i compagni di scuola, con qualche insegnante, in particolare con l’insegnante di religione della tua scuola.
    >
    > Ti aspetto, con amicizia
    > L’insegnante di religione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: